Prestito dipendenti: sei un dipendente? Scopri come avere un prestito!

Per tutti i lavoratori dipendenti.
Il prestito ai dipendenti può essere richiesto senza problemi da tutte le persone che hanno un contratto a tempo indeterminato.

Prestito dipendenti: cosa è?

Che cos’è il prestito ai dipendenti? Si tratta di una soluzione immediata che permette di ottenere denaro in base alle proprrie esigenze personali.

Chi può richiedere un prestito ai dipendenti?

Il prestito ai dipendenti pubblici può essere erogato a tutti quei dipendenti che lavorano presso aziende attive nel settore pubblico: Enti locali, statali, regionali Ospedali. Il prestito ai dipendenti pubblici è una forma di finanziamento molto richiesta, che viene offerto senza particolari problemi visto che le banche, hanno come garanzia il contratto di lavoro del soggetto richiedente.

Prestito dipendi: come viene erogato

Il prestito ai dipendenti, può essere rilasciato sotto forma di cessione del quinto, prestito INPDAP, prestito personale o di granzia. Alcune società finanziarie, offrono la possibilità di richiere un prestito, a tutti i dipenenti asl e ospedali. Si tratta di una soluzione finanziaria che non prevede limiti d’importo e può essere utilizzata per qualsiasi progetto. In questi casi i prestiti vanno da un minimo di 8 mila euro rimborsabili in rate da 120 mesi a un massimo di 30.000 euro per 120 rate. Il prestito ai dipendenti pubblici può essere richiesto senza problemi da tutte le persone che hanno un contratto a tempo indeterminato in asl e ospedali italiani.

Quali documenti possono essere richiesti per erogare un prestito ai dipendenti

Per la richiesta servono i seguenti documenti: carta d’identità o patente in corso di validità, codice fiscale, ultima busta paga, modello CUD.

Somario

In questo articolo si parla di prestiti dipendenti, cosa è un prestito ai dipendenti, a chi viene erogato, come richiedere un prestitito dipendenti e i documenti che possono essere richiesti per ottenere un prestito ai dipendenti.

Lascia un commento