Prestiti tra privati

Scritto da admin on . Postato in News

La crisi finanziaria ha fatto sì che i prestiti tra privati (o social lending) acquisissero una posizione importante, sempre più persone si affidano a questa formula, visti i tassi d’interesse molto più bassi e la velocità nell’erogazione del finanziamento in sé.

L’idea del prestito tra privati è nata in Inghilterra attorno al 2005, in poco tempo ha visto un boom di adesioni anche in USA e, con la crisi finanziaria sempre più in picchiata sulle famiglie del nostro Paese, ha iniziato a diventare una pratica molto diffusa anche in Italia.

L’idea alla base del prestito tra privati

prestiti tra privatiIl prestito tra privati o social lending si basa sull’idea che, dato che le banche e le finanziarie tendono a non erogare finanziamenti, sono i cittadini a doversi e potersi aiutare tra loro.

Questo tipo di prestito è consentito solamente se si tratta di una erogazione di denaro occasionale, non in modo continuativo e, nonostante solitamente si effettui tra parenti o amici, è sempre meglio scrivere il contratto in modo da avere delle prove evidenti.

In particolare, scrivere il contratto, serve per:

1 – Far sì che vi siano le prove evidenti dell’avvenuta erogazione in forma occasionale; nel caso in cui l’Agenzia delle Entrate dovesse fare un controllo e notasse un movimento “sospetto” o comunque non regolato del denaro, potrebbero esserci come conseguenza multe molto salate. Un documento che attesta l’avvenuto prestito tra privati evita le conseguenze di un eventuale reddito in nero.

2 – Verba volant, scripta manent. Fondamentalmente così possiamo evidenziare quanto sia importante avere tutto scritto su carta, in modo da avere un’evidenza certa dei patti presi.

3 – Con un contratto scritto, se la persona beneficiaria del prestito non dovesse restituire il denaro, si avrebbero attestate le condizioni di eventuale mora.

In alternativa si possono utilizzare le piattaforme che si trovano online per richiedere prestiti tra privati ed essere automaticamente tutelati con un contratto a norma di legge. La cambiale, poi, può essere sempre adottata per avere una certezza in più e una tutela maggiore in caso di mancato pagamento.

Caratteristiche dei prestiti tra privati

I prestiti tra privati sono tutelati dalla legge, a patto che, come già accennato, siano occasionali e fatti in maniera professionale. Nel contratto tra le parti è importante specificare:

a – La data della consegna del prestito

b – La data di restituzione del prestito

c – Il tasso di interessi (sempre inferiore al tasso anti usura)

d – La firma delle parti

I contratti possono essere fruttiferi, nel caso in cui prevedano interessi, infruttiferi in caso contrario, personali, ovvero il ricevente può spendere il denaro come preferisce, finalizzati, qualora invece il finanziamento fosse destinato a un determinato scopo.

Vantaggi dei prestiti tra privati:

  • Non occorre passare da banche o finanziarie
  • Il tasso d’interesse è più vantaggioso per entrambe le parti

Svantaggi dei prestiti tra privati:

  • I prestiti tra privati sono soggetti a una tassazione più alta rispetto al prestito mediante banca o finanziaria

Tags: , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento